La ginnastica (tecniche I.D.)

DEFINIZIONE.

La ginnastica è la scienza che studia l’esercizio fisico,
gli effetti che con esso si possono produrre sull’organismo umano
e che ha per fine il conseguimento ed il mantenimento della
 buona salute

(da G. Mercuriale 1530 – 1606, modificata)
La Ginnastica comprende…

La Ginnastica Classica.

La Ginnastica ha una lunga storia, che in epoca moderna inizia con il De Arte Gymnastica di Girolamo Mercuriale, scritto nel 1569, testo dal quale la SIEF, data l’autorevolezza dell’autore e il forte impianto teorico di questo vero e proprio “trattato” sulla Ginnastica, ha tratto, accettandola, la definizione di cui sopra.

La pratica della Ginnastica, iniziata in ambito pedagogico negli Istituti dei Filantropini tedeschi, si è poi sviluppata nell’Ottocento, secolo nel quale essa ebbe un grande ruolo nelle lotte per l’affermazione dell’identità e della libertà delle nazioni, senza mai perdere tuttavia, nella mente dei suoi grandi Maestri, la sua vocazione verso la educazione, non solo fisica ma anche intellettuale e morale, dell’intera popolazione.Questo fatto fece sì che, negli anni appena successivi all’Unità, anche in Italia la “ginnastica educativa” venne resa obbligatoria “nelle scuole secondarie, nelle scuole normali e magistrali e nelle scuole elementari”: questa legge, la prima legge organica al riguardo, porta il nome del Ministro Francesco De Sanctis (Legge De Sanctis del 1878), il quale già trent’anni prima, nel Regno di Napoli, l’aveva inserita in un suo Progetto di Riforma, mai attuato per via delle note vicende politiche (1848).

La sua importanza venne ribadita nella Legge Sonnino – Daneo – Salandra del 1909, ma già gli anni trascorsi dalla prima legge avevano evidenziato le difficoltà insite nella proposta, in primo luogo di tipo strutturale (la costruzione e l’ubicazione delle palestre), poi di tipo materiale (l’investimento relativo all’attrezzatura stessa della palestra) e soprattutto quello, ben più grave ed importante, della formazione dei Maestri di Ginnastica.

La morte del Maestro Emilio Baumann (1916), il momento storico dominato dalle due guerre mondiali e dal Ventennio fascista, l’avvento di nuove proposte nel campo della educazione fisica derivanti dall’esperienza dei “giochi inglesi”(oggi: attività sportive), molto più semplici da tutti i punti di vista e soprattutto avallate dal mondo scientifico (ignaro peraltro completamente della Ginnastica), uniti alla perdita della “memoria storica” della materia, tutto ciò ha fatto sì che, nonostante gli innegabili risultati raggiunti allora dai grandi Maestri di Ginnastica, questa materia oggi sia pressoché assente nelle scuole e, cosa ancora più grave, nell’insegnamento universitario.

La Ginnastica Classica OGGI: tecniche ID.

immagine: logoduchennecompletoperweb.jpg

Le tecniche ID prevedono lo studio, la sperimentazione e la verifica dell’efficacia di ogni esercizio in relazione all’effetto motorio ricercato, e rappresentano perciò lo studio scientifico moderno della Ginnastica Classica.


Le tecniche ID vengono elaborate presso l’Istituto Duchenne di Firenze, Scuola Nazionale di Educazione Fisica riconosciuta dalla SIEF.
L’Istituto Duchenne opera come Università privata di Educazione Fisica, nella quale si formano, attraverso una formazione specifica, i MAESTRI DI GINNASTICA che potranno, dopo aver ottenuto l’approvazione dell’Istituto, esporre nella loro palestra il logotipo dell’Istituto, attestante l’abilitazione ad eseguire e pubblicizzare le “tecniche I.D.”.

Le TECNICHE I.D. si applicano in tutti i settori della Ginnastica Classica, si veda in merito la sezione “LA NOSTRA GINNASTICA”